Un po’ di storia Lighthousiana non fa male…..Cenno storico sulla nascita di “Lighthouse Voyager” Origine del nostro nome e di questa passione

04.01.2012 18:09

Attenzione!!!!  l'articolo seguente fa parte degli archivi di Lighthouse agli inizi, leggere con il solo intento di curiosità storica e non come informazioni attuali, in quanto Lighthouse nel corso degli anni a subito cambiamenti notevoli,  di carattere amministrativo e costitutivo, insieme a valori e ideali che hanno subito molte variazione in positivo e in miglioramento rispetto ai primi anni.

 

 

Innanzi tutto due parole sulle nostre origini: come è nata l’idea di creare una Associazione e perché è stata chiamata così. Il ns. Presidente ha sempre sognato, fin da piccolo, di poter creare un’Associazione che avesse lo scopo di riunire persone con interessi ed hobbies in comune. Dopo i 25 anni ebbe un’occasione d’oro rilevando, temporaneamente, un’intera videoteca  di un amico che l’aveva chiusa. A maggior conferma del crescere della passione per il cinema il ns. Presidente si organizzò attrezzando il Suo garage, simulando una vera e propria videoteca personale.

Perché “Lighthouse”? Il nome, che in italiano vuol dire Faro ha origine per la passione per i Fari, nata nel ns. Presidente verso la fine degli anni novanta. Infatti essendo appassionato di avventure grafiche in 3D per personal computer scoprì un gioco dal titolo “il Faro” la cui casa editrice era LIGHTHOUSE, scaturì un interesse ed una passione smisurata. Si trattava di un’avventura grafica intrigante, ambientata in un Faro,talmente intrigante che il ns. Presidente non seppe resistere al richiamo per i Fari collezionandone oggetti di ogni tipo che lo richiamassero a decidere di nominare l’Associazione sognata proprio con codesto nome.

Perché fondare l’Associazione ispirandosi ai Fari? Per lo spirito d’avventura e di tradizione che il mondo di mare gli ha trasmesso, pur non essendo nato in ambienti marittimi e perché è rimasto affascinato dalle suggestive storie legate ad esso, nonché e, soprattutto, dalla figura del Guardiano del Faro, punto di riferimento e salvezza per natanti nelle notti tempestose.

 

  • Commenti sull’origine del nome.

 Dal nostro personale punto di vista, si potrebbe anche pensarla così: Lighthouse, vuol dire Faro e Voyager, significa viaggiare. In un primo momento, potrebbe sembrare un’antitesi tra stabilità, offerta dalla presenza perseverante della luce del Faro che guida, costantemente, in sicurezza i natanti in mare e mobilità, la dinamicità di chi viaggia per mare in cerca di nuove avventure. In realtà questo strano connubio di vocaboli non potrebbe esprimere meglio ciò che l’Associazione rappresenta per noi. Infatti, come un Faro, guida i nuovi talenti, presenti tra la gente comune, verso la Luce della Conoscenza, che viene espressa, in primis e manifestamente, per esempio,  con un Giornalino-brochure periodico e con video amatoriali. La Luce del Faro, guida le menti assetate di sapere e desiderose di raffrontarsi e di proporre le proprie opere verso la navigazione dello scibile umano, con i mezzi a nostra disposizione o di altre persone. Come un bastimento carico di idee che, nascendo da singole menti e che, spesso, per timidezza o per mancanza di mezzi, restano chiuse in un cassetto, con il nostro Faro, esse possono essere guidate verso la Conoscenza da parte di molte altre persone, con Voyager possono, navigando nel mare di parole, nella tempesta di pensieri che, quotidianamente, ci assillano, approdare con sicurezza ed essere manifestate ad un pubblico che, nutrendo i medesimi interessi, può realmente apprezzarle. Che si tratti di un racconto, di una poesia, di un disegno o qualsiasi altro argomento che è affrontato dall’Associazione e dai suoi Soci. Lighthouse Voyager, nata dalla passione del ns. Presidente e dai suoi Soci, è stata creata, inizialmente, con lo scopo di riunire, attraverso serate gastronomiche e quanto altro, cinefili di tutto il mondo, sotto un “unico vessillo” (parole del ns. Presidente)...beh per ora, tra le nostre Socie, vantiamo solo una persona straniera, Lucy...ma questa è un’altra storia.

Insomma nata, per e da un Gruppo di cinefili, ad oggi, l’Associazione ha, ampliamente, dimostrato il proprio interesse per tutto ciò che è “bello ed onorevole”, sia che si tratti di poesie o racconti, sia che si tratti di arte e cultura o di musica siamo aperti e ricerchiamo  nuove idee.

  • Chi siamo e come siamo strutturati

Lighthouse Voyager è un’Associazione socio-culturale, amatoriale, pertanto, non a fini di lucro.

Questa Associazione è nata il 18.03.2006 da quattro temerari avventurieri e, nell’arco di poco tempo, ha visto crescere i propri interessi ed obiettivi. Sorta come un punto di incontro per cinefili si è accresciuta di vari interessi dando la possibilità, a gente qualunque, di vedere realizzati e pubblicati i propri lavori che vanno da disegni a racconti e  rubriche,  comprendono poesie e concorsi per aforismi , concorsi vari e simpatiche cacce al tesoro, con tanto di gagliardetti e coppe per i partecipanti e primi classificati. Alcuni Soci curano rubriche, anche per gli appassionati delle consolle. Inoltre, nella serietà dell’Associazione, nel 2006, è stata organizzata, con pieno successo, la serata Lighthouse Cuore D’oro, serata di beneficenza, il cui incasso è stato devoluto ad associazioni benefiche. E’, infatti, pieno interesse dell’Associazione, nel concreto rispetto dei Soci e dell’ambiente che ci circonda, con le problematiche ad esso legate, poter intervenire a favore dei poveri e dei meritevoli. Mensilmente è richiesta la presenza dei Soci alle serate in cui, oltre ad essere presentata la nuova edizione del giornalino, cuore pulsante di Lighthouse, nonché mezzo principale di relazione intersociale tra i membri dell’Associazione, sono esposte le nuove idee e, quando possibile, si procede con la regolare iscrizione dei  nuovi Soci. Infatti, non è da sottovalutare, la serietà e professionalità di Lighthouse: pur non richiedendo una quota associativa è libero arbitrio partecipare nelle serate con una quota discrezionale atta a sovvenzionare le stampe, i gadgets, le gite e tutto il mondo che ruota attorno a Lighthouse.  Inoltre si propone una graduatoria, una specie d’escalation di gradi, con cui il normale Socio, dopo il Suo ingresso in Associazione, attraverso una serie di step, legati alla Sua partecipazione attiva all’interno del Gruppo, si vede accrescere, secondo le responsabilità e l’interesse realmente dimostrato all’interno di Lighthouse, con piena soddisfazione del proprio operato.  Questa Associazione che nasce dall’entusiasmo di persone realmente motivate, come i Fondatori, si potrebbe vedere come un mezzo reale di poter esprimere e condividere le proprie opinioni su diversi argomenti ed interessi con un Gruppo di persone. Nonostante ogni nostra riunione si trasformi anche in una cena tra amici, anche se siamo particolarmente attenti a celebrare attraverso cene e programmazioni di video amatoriali feste come Halloween, Carnevale con la premiazione della maschera più bella, Natale, Capodanno e, per richiesta dei Soci stessi, compleanni, ricordiamo, a tutti gli interessati, che l’Associazione Lighthouse è e resta un’Associazione socio-culturale, aperta a nuove idee, fondata su un regolare Statuto in base al quale,  ogni Socio, al momento dell’iscrizione, dopo averne visionato i passaggi, si assume la responsabilità di adempiere le regole in esso insite. Attenzione sono regole di normale e civile viver comune atte a tutelare i Soci stessi, onde evitare le solite discrepanze che, spesso, avvengono in ogni agglomerato Sociale. Sono dei semplici passaggi che fissano delle normative a tutela e nel rispetto di ogni singolo partecipante. Ci piace pensare che, una volta entrati a far parte di questo Gruppo, ognuno di noi possa sentirsi “a casa propria”, come una grande famiglia. Diamo particolare importanza ad ogni membro pur non facendo preferenze ci teniamo a manifestare il nostro rispetto e l’importanza dell’equipaggio del nostro “Voyager”. Vogliamo dare ad ogni Socio il giusto riconoscimento per questo abbiamo creato uno “speciale in primo piano” dove, si dedicano, a turno, interviste ai Soci.  Lighthouse vanta, come ogni Associazione che si rispetti, una propria struttura interna con un Presidente, un Vice Presidente e dei Consiglieri. Normalmente le serate mensili, in cui si richiede la partecipazione, si tengono nel distaccamento della sede numero due a Pavia in un locale dove è stata dedicata una sala con tanto di targa commemorativa. Trattasi di una Sala particolare, in cui è presente anche una zona relax con tanto di divano, Karaoke (se hai voglia di farti sentire questa è la tua occasione!) ed un televisore dove trasmettiamo, video amatoriali, film horror ed a tema della serata, un piccolo mobile con dei fari etc. Oltre al giornale strutturato che, mensilmente, si offre a noi partendo da un Diario di Bordo, tenuto naturalmente dal Nostro Guardiano del Faro, in cui è brevemente riassunto quello che è successo nel lasso di tempo che intercorre tra un numero e l’altro, passando attraverso diverse rubriche, come arte e cultura, approdiamo a poesie e  racconti dei nostri Soci, circumnavigando il cinema, speciale in primo piano, disegni e concorsi.

  • Chi cerchiamo.

Hai un’idea od un progetto che hai riposto nel cassetto per timidezza o perché ancora non hai trovato nessuno che lo pubblichi?

Siamo qui per te, il nostro Giornalino, ad edizioni limitate ha, comunque, un pubblico di Soci e non, che lo vogliono per avere un Diario di Bordo, che riassuma tutti i ricordi con cui, passo dopo passo, cresciamo insieme.

 

  • Hai una reale voglia di far parte di un Gruppo con cui poter scambiare opinioni ed impressioni su argomenti socio-culturali diversificati?

Siamo qui per te, attraverso i nostri appuntamenti, le nostre serate, potrai manifestare le tue impressioni e partecipare ad interessanti e stimolanti discussioni con persone qualunque che nutrono i tuoi stessi interessi.

 

  • Ti senti leader?

Questa Associazione potrebbe offrirti l’occasione, secondo i progetti e le tue idee, di poter addirittura condurre la redazione di una tua rubrica e, se ti ritieni un organizzatore, col tempo potrai passare ad aiutare anche il direttivo.

 

  • Sei responsabile? Ti senti in grado di poter portare a termine i tuoi progetti?

Se ritieni di poter garantire la tua presenza, almeno mensilmente, per  relazionarti con gli altri Soci e se pensi di essere creativo e di essere abbastanza orgoglioso ed organizzato da poter concretizzare eventuali idee e progetti che agevolino l’evoluzione della nostra crescita sei il benvenuto.

 

  • Desideri entrare a far parte di un team che, spesso, organizza viaggi e visite e che, mensilmente, si trova a Pavia per discutere dei progressi fatti, magari cantando e mangiando in compagnia o mostrando il tuo  video amatoriale?

Perfetto Lighthouse è qui a tua completa disposizione.

  • Chi non cerchiamo

Non vogliamo:  tutte quelle “Personcine” perditempo ecc. ecc.

  • Cosa offriamo

Una seconda famiglia i cui membri sono sempre disponibili e protettivi gli uni verso gli altri come i moschettieri “Tutti per uno, uno per tutti”. Un ambiente caldo e confortevole dove poter nutrire la tua mente assetata di Conoscenza e saziarne delle altre. Serietà e professionalità: siamo piccoli ma “nella botte piccola c’è il vino buono!”

 

  • Chi vogliamo

Vogliamo tutte quelle persone che sono, realmente, motivate a partecipare sia agli incontri proposti che alla redazione del  nostro giornalino-brochure, quindi sono ben accette le persone che amano amare e che vogliono bene a sé stessi e agli altri.

  • Ricapitolando

Diventare Soci è semplice ma una cosa è importante, il futuro interessato potrà partecipare alle nostre serate d’incontri con cene -riunioni dove si svolgono le più svariate attività, valutando attentamente il proprio grado d’interesse, male che vada una stretta di mano ed amici come prima.  Quindi, assistendo alle cene-riunioni ufficiali che si svolgono, almeno una volta al mese, sarà possibile partecipare a  piccoli concorsi di aforismi, presentazione di  nuovi Soci in forma ufficiale davanti a  tutti presenti,  presentazione del nostro Giornalino mensile con tutti i nostri articoli, serate di karaoke, Aste di Beneficenza, feste per tutte le occasioni e premiazioni con coppe, medaglie ed attestati, assegnazione dei gradi per la carriera di Lighthouse e molto altro ancora. Partecipando, quindi, alle cene-riunioni l’interessato potrà valutare con calma e, se disposto, richiedere la domanda d’iscrizione.

Gli ingredienti per entrare sono: serietà, interessi comuni sulle attività che Lighthouse si prefigge. Per esempio: cinema, musica, disegno, scultura, poesia, scrittura e altro e, come ciliegina sulla torta, non certo meno importante, la semplicità e l’onestà, in più aggiungiamo voglia di partecipare almeno ad un’incontro mensile con una cena –riunione e, praticamente, la domanda è accettata e la carriera è assicurata.

 

  • La Carriera di Lighthouse: regolamento della carriera con i gradi

Si è rappresentati da un badge, fornito al momento dell’iscrizione, che và appuntato sul petto nelle cene-riunioni. Nel badge sono inseriti i gradi che vengono, di volta in volta, variati per meritocrazia.

Per chi lo desiderasse è possibile acquistare il cappello ufficiale Lighthouse, cioè un cappello da marinaio. Il capello da un senso di estetico come una sorta di divisa dell’associazione ma trasmette anche tradizione e serve principalmente per le divertenti sessioni fotografiche nelle serate speciali come Anniversario, eventi d’ogni genere ecc.ecc.

I soci appena arrivati cominciano dal grado di Spiritello della landa del faro, se si partecipa e basta, la carriera procede così: dopo quattro mesi di sola presenza si guadagna il grado successivo, lo Spiritello del faro, dopo altri due mesi di continuità di sola presenza si guadagna il successivo Vice Fantasmino del faro, al decimo mese si passa a Fantasma Capo, questa è la carriera massima per chi fa solo presenza.

Il sistema per saltare e guadagnare più velocemente i gradi, è produrre parecchi lavori per le attività di Lighthouse, condurre una rubrica personale con continuità.

I gradi una volta guadagnati, si possono anche perdere, non collaborando più o non presenziando più per almeno tre mesi, naturalmente verrà valutata la natura dell’assenza. I gradi ufficiali, da attore di ruolo a produttore, hanno una modalità di avanzamento simile ai gradi da Spiritello della Landa a Fantasma Capo con particolare considerazione fatta dai Fondatori. Come Presidente ed in nome del resto dei Fondatori, aggiungo che, nel creare questo gioco di ruoli con avanzamento di carriera, non intendiamo in alcun modo creare un piccolo esercito intento a svolgere una rivoluzione ma, solamente, vogliamo incentivare il Socio laborioso che s’appresta a condividere i propri lavori in un contesto, divertente ma serio, come Lighthouse.

Lighthouse ha bisogno di persone fortemente motivate, aperte al dialogo, semplici ed umili.

Lighthouse, infatti, è una piccola Associazione che, non solo, non pretende, ma non desidera affatto mettersi in competizione con le Grandi Associazioni, assolutamente e tassativamente, ci tiene a mantenere una propria integrità ed identità, quale Gruppo di persone umili non altisonanti, accomunate da un reale interesse per “il bello”, l’arte, la cultura e non per ultimo dell’amicizia, il sentimento e lealtà, sono anche un diritto delle persone più semplici, che dovrebbe essere a disposizione e una prerogativa di tutti.  Persone con valori solidi e tradizionali, rispettose verso tutto il genere umano. Amanti del buongusto. Lighthouse si propone, anche, come punto di partenza, come riscatto e rivincita, offrendo a persone che non hanno potuto studiare o, comunque, non sono facoltose, la possibilità di diffondere il loro bene più ricco che è e resta la loro Creatività. Quest’ultima si può esprimere diversamente a seconda dei rispettivi talenti:poesia, scrittura, musica, ecc ecc tutto ben accetto, dimostrando così che non è necessario essere nomi altisonanti per farsi valere nel mondo. Abbiamo bisogno di te, aiutaci!